Qual è il significato della bandiera francese?

Tutte le nazioni hanno degli emblemi ufficiali. Per quanto riguarda la Francia, ognuno di noi ha bene in mente l'immagine della bandiera francese come un rettangolo formato da tre bande verticali i cui colori sono il blu, il bianco e il rosso.

Qual è il significato della bandiera francese

I simboli francesi e il loro significato fanno parte, a tutti gli effetti, degli aspetti culturali da conoscere! Sappiamo anche che furono i rivoluzionari a giocare un ruolo importante nella creazione di questo emblema. Tuttavia, la nostra amata bandiera nazionale non è sempre stata presentata nella sua forma attuale.

 

La bandiera francese

 

Qual è il significato dei colori che compongono la bandiera? Quali figure storiche hanno avuto un ruolo importante nella sua progettazione? Qual è la storia della bandiera tricolore? In breve, cosa significa la bandiera francese?

Se parliamo di un pezzo di stoffa, di solito di forma rettangolare, che viene sventolato sugli edifici pubblici e che serve come emblema di un paese, è facile capire che stiamo parlando di una "bandiera". L'articolo 2 della Costituzione del 1958 è esplicito su questo punto: "L'emblema nazionale è la bandiera tricolore, blu, bianca e rossa".

Ricordiamo che la bandiera tricolore e l'inno nazionale, la famosa Marsigliese, fanno parte dei simboli della Repubblica francese (contrariamente agli stereotipi sui francesi, il famoso gallo gallico non è un simbolo ufficiale!). Presente nei municipi dei comuni della Francia, il busto della Marianne ci ricorda che questo personaggio femminile incarna la Repubblica dal 1880.

La bandiera francese

 

Cosa rappresentano i colori della bandiera francese?

 

Il simbolismo dei colori varia secondo il momento storico, il continente e la cultura. Il blu si riferisce agli elementi naturali. È allo stesso tempo un simbolo di serenità e di malinconia. Il rosso è associato al pericolo, alla rabbia o allo spargimento di sangue, ma anche alla passione. Per quanto riguarda il colore bianco, rappresenta la purezza, la pace e il divino.

Tuttavia, non dimentichiamo che certe culture asiatiche fanno del bianco il colore che deve accompagnare il defunto verso la perfezione. Il bianco è il simbolo della monarchia per diritto divino e si riferisce al famoso fleur de lys. Il blu e il rosso sono associati alla città di Parigi da molti storici. Tuttavia, altri specialisti ritengono che l'associazione blu-bianco-rosso sia caratteristica della dinastia dei Borboni nei secoli XVII e XVIII.

 

Cosa simboleggia il blu nella bandiera francese?

 

Il colore blu, come gli altri due colori, si trova in molte bandiere straniere come quelle dei Paesi Bassi, degli Stati Uniti e del Regno Unito. Hai notato che la bandiera olandese ha i colori francesi, ma stavolta disposti in bande orizzontali?

Il blu è stato associato alla Francia fin dai tempi di Clodoveo, il primo re ad usare questo colore per il suo esercito. Sulla bandiera francese, il blu è tradizionalmente "attaccato alla guardia della bandiera", secondo l'ordine del pittore Jacques-Louis David.

 

Bianco, simbolo di una monarchia sobria

 

Non è un caso che il colore bianco sia posto tra gli altri due: da repubblicani convinti, i disegnatori di questo emblema volevano senza dubbio ricordare che la monarchia deve essere contenuta. Infatti, il bianco è "imprigionato" tra gli altri due colori, come se fossero i garanti del "controllo" del popolo sulla regalità. Il bianco è comunemente associato alla monarchia.

All'epoca delle crociate la croce bianca evocava l'arcangelo Gabriele e, a partire dalla Guerra dei cent’anni, si opponeva alla croce rossa degli inglesi. Allo stesso modo, lo stendardo di San Michele, che rappresenta una croce bianca su uno sfondo blu, era usato dalle truppe reali nel XVIII secolo.

lo stendardo di San Michele

 

Cosa significa il rosso sulla bandiera nazionale francese?

 

La bandiera nazionale tricolore fu adottata ufficialmente il 15 febbraio 1794, ma dovette subire diverse trasformazioni. Dal 1814 al 1830, il ritorno della monarchia impose una bandiera bianca che fu adottata fino all'arrivo di Luigi Filippo I.

Durante la rivoluzione del 1848, gli insorti cercarono di imporre una bandiera rossa come emblema dello spargimento di sangue. Alphonse de Lamartine, un politico e poeta dell'epoca, difese ardentemente la bandiera blu-bianco-rossa come simbolo della Repubblica e delle vittorie militari francesi. "La Francia e la bandiera tricolore sono lo stesso pensiero, lo stesso prestigio, lo stesso terrore se necessario per i nostri nemici." La bandiera tricolore, segno di fraternità e di armonia nazionale, doveva essere mantenuta a fronte di una "bandiera di sangue", simbolo di divisione. Ancora oggi, gli storici sono d'accordo che l'unione di tre colori mostra la coesione dei francesi.

Rivoluzione del 1848

 

La coccarda: un simbolo con un importante ruolo storico

 

Sapevi che la coccarda ha avuto un ruolo importante nella storia della bandiera nazionale? Durante la Rivoluzione, inizialmente era verde in riferimento al colore della speranza. Si dice che la prima coccarda fu fatta con la foglia di un albero, ma è più probabile che fosse un semplice nastro verde. Camille Desmoulins, un giornalista e avvocato dell'epoca, usò la coccarda come distintivo per identificare i primi rivoluzionari.  

Per quanto riguarda la Guardia Nazionale, i suoi membri indossavano una coccarda bicolore che presentava il blu e il rosso. Il marchese de La Fayette, comandante di questa milizia cittadina, racconta che, pochi giorni dopo la Rivoluzione, ebbe l'idea di aggiungere il colore bianco. Bisogna anche ricordare che il 17 luglio 1789, su richiesta del sindaco di Parigi, per marcare una forma di unità nazionale e come segno di pacificazione, il re di Francia accettò di appendere sul suo cappello una coccarda rossa e blu con i colori della capitale.

Guardia Nazionale

Al giorno d'oggi, la coccarda viene indossata in molte situazioni, ma il suo uso è controllato! Il copricapo di molte uniformi, come quelle della Guardia Repubblicana, è ornato da una coccarda, come il famoso bicorno degli studenti della prestigiosa Ecole Polytechnique.

Articolo in evidenza

Imparare il francese

Non è facile dare una risposta semplice...

L’aventure démarre : contactez-nous

Venire al Centre International d'Antibes significa avere la garanzia di una vacanza studio in Francia di qualità, riconosciuta da oltre 35 nazionalità.

Contactez-nous

Restons connectés