Viva l’estate per leggere libri in francese!

Viva l’estate per leggere libri in francese!

Pubblicato il 21.11.2018, da Jean-Luc | Categoria Imparare il francese

Le vacanze, un momento ideale per leggere

Le vacanze estive si prestano a varie attività: approfittare della spiaggia, visitare musei, scoprire siti turistici, andare in discoteca, scattare foto… Ma, per alcuni di noi, il dolce far niente rimane l’attività preferita quando si è in vacanza. Ascoltare la musica, fare le parole crociate, navigare su internet, sorseggiare un bicchiere a bordo piscina e soprattutto leggere un buon libro diventano quindi le nostre occupazioni preferite. Gialli, romanzi di avventura o di fantascienza, racconti autobiografici, fumetti: il ventaglio di possibilità che ci viene offerto è illimitato.

Trovare il giusto compromesso

Le vacanze sono spesso uno dei rari momenti in cui abbiamo a disposizione del tempo per leggere. Ma quali sono le letture ideali da fare durante l’estate? In questo periodo si ha voglia di leggere opere ben scritte e allo stesso tempo divertenti. Non bisogna quindi cedere alla tentazione dei romanzi da stazione o degli “airport books”. Tra questi libri ci sono quelli che i francesi indicano con il nome poco lusinghiero di “romanzi all’acqua di rose”, ovvero racconti sentimentali scritti in una lingua poco ricercata e basati su un lessico limitato. Come a dire che non sono per nulla interessanti per coloro che vogliono migliorare il francese

Qualche suggerimento per migliorare in francese

«Bisogna lasciare al lettore la sua parte di lavoro», scriveva Marguerite Duras. Evitiamo quindi i libri che non richiedono sforzo e privilegiamo quelli che ci permettono di fantasticare. Se un libro ti annoia o ti sembra troppo difficile, non insistere troppo e scegline un altro. Potrai riprenderne la lettura più tardi. Evita di scegliere un mattone (un libro molto grosso) e non avere l’ambizione di capire tutte le parole. Tra gli scrittori francesi contemporanei, Daniel Pennac, Eric Orsenna, Eric-Emmanuel Schmitt, Anna Gavalda e Bernard Werber sono delle scelte interessanti, anche se richiedono già un buon livello di francese.
Per chi preferisce autori un po’ meno recenti, Boris Vian, Françoise Sagan (Bonjour tristesse) e Romain Gary (La vie devant soi) sono degli scrittori da non dimenticare. Altrimenti puoi lasciarti rapire dai leggendari fumetti francesi.

Gran parte delle opere di Marcel Pagnol (Jean de Florette, La Gloire de mon père) può essere letta da coloro che studiano il francese in Francia. Inoltre, la maggior parte dei racconti di Maupassant sono una scelta sensata. Scegli un buon libro quando seguirai il tuo corso di francese ad Antibes!

Pubblicato il 21.11.2018, da Jean-Luc | Categoria Imparare il francese
CIA
ante. leo velit, facilisis porta. tristique mi, accumsan felis odio in