Jazz a Juan

Jazz a Juan

Pubblicato il 22.07.2016, da Zoé | Categoria Attualità della regione

Il 14 luglio non è soltanto Festa Nazionale in Francia, ma quest’anno è anche il giorno dell’inaugurazione di “Jazz a Juan”, festival imperdibile della Costa Azzurra. Dieci giorni di festa della musica, in cui artisti leggendari si alternano a giovani promesse del jazz in duetti con le cicale, il tutto all’ombra dei pini.

Il programma di questa cinquantaseiesima edizione di Jazz a Juan è ricco e vario

Si presenteranno all’appuntamento Earth Wind and Fire, Buddy Guy, Gregory Porter, Diana Krall e Paolo Conte. Per i francofoni, aspettiamo il leggendario Didier Lockwood, ma anche Eddy Mitchell e la sua Big Band oltre a varie sorprese nell’Off, come il Manon Siccardi Quartet, Buckshot GALA, e il Pierre Marcus Quartet. Come ogni anno, musicisti da tutto il mondo arriveranno a Juan les Pins per questo evento: Cina, Austria, Giappone, Principato di Monaco, USA, Italia, Irlanda, Inghilterra, Canada, Camerun, Belgio — il festival è assolutamente internazionale. Sono rappresentati tutti gli stili del jazz, e il festival propone anche delle attività oltre ai concerti. Una mostra fotografica di Philip Ducap, che coglie l’essenza dei musicisti e dei cantanti jazz in scena, è visitabile presso l’ufficio turistico di Antibes. Inoltre, vari ristoranti nei dintorni offrono dei menu speciali, che permettono ai visitatori di abbinare il piacere del jazz alla scoperta della gastronomia franco-mediterranea.

Anche se l’inglese è la lingua ufficiale del jazz…

Esistono varie canzoni francesi che sono diventate un classico del genere. Ricordatevi dell’interpretazione di « C’est si bon » di Louis Armstrong, una canzone scritta da Betti e Hornez, o « Les Feuilles Mortes » di Kosma e Prévert, e « Que reste t-il de nos amours ? » dell’intramontabile Charles Trénet. Le sonorità del francese si prestano a meraviglia ai fruscii e al groove del jazz, quindi perché non scoprire questa lingua attraverso al musica?

Il Centre International d’Antibes è situato a soli 10 minuti d’auto dai giardini della pineta dove si svolge “Jazz a Juan”. I nostri docenti utilizzano una grande varietà di supporti pedagogici, tra cui le canzoni. L’apprendimento del francese attraverso la musica è un modo eccellente di unire l’utile al dilettevole e di fare rapidi progressi.

Pubblicato il 22.07.2016, da Zoé | Categoria Attualità della regione
CIA
velit, suscipit leo. commodo mi, dolor elit. risus. leo in felis