Una festa popolare, la Festa dei vicini

Una festa popolare, la Festa dei vicini

Pubblicato il 18.05.2017, da Gloria Metelli | Categoria Cultura & tradizioni

Ogni anno, in Francia, si celebra una festa un po’ particolare: la Festa dei vicini. Quel giorno le persone che abitano nello stesso palazzo o nello stesso quartiere si ritrovano per chiacchierare o per fare conoscenza. Istituito nel 1999, questo evento è seguito oggi da milioni di “vicini”. In Francia, i partecipanti sono più di otto milioni. Ma lo sapevi che questo incontro è popolare sia in Europa che negli altri continenti? La Fête européenne des voisins o European Neighbours’ Day accomuna infatti vari paesi, tra cui la Svizzera, il Belgio, il Portogallo, la Germania e l’Italia. Ma se si contano anche gli altri stati (India, Messico, Tunisia, Togo, Taiwan, Québec…) si raggiunge la cifra di trenta milioni di partecipanti nel mondo!

Viviamo in una società in cui l’individualismo è frequente. In effetti, molti si accontentano di dire “buongiorno” senza cercare di comunicare davvero con il vicinato. In un’epoca in cui molte persone vivono sole, incontrare gli abitanti del proprio palazzo può essere l’occasione per farsi dei nuovi amici e per favorire “il buon vivere insieme”. Bersi un bicchiere nel cortile del condominio o nel proprio giardino permette di creare un’atmosfera conviviale.

Per partecipare, informa il tuo quartiere svariati giorni prima precisando la data e il luogo dell’incontro. Ci sono dei poster e dei volantini disponibili presso il tuo comune o sul sito della Festa dei vicini. Affinché l’aperitivo o il buffet freddo si svolgano nel migliore dei modi, puoi condividere i compiti con i tuoi amici perché tutto sia perfetto il giorno X. Qualcuno si occuperà della comunicazione (distribuzione dei volantini…) mentre qualcun altro comprerà i coperti, i bicchieri e i tovagliolini di carta. Un’altra persona si incaricherà delle bevande e del cibo (succhi di frutta, patatine, torte salate, stuzzichini…). Una volta che tutti gli invitati saranno andati via, non dimenticarti di differenziare i rifiuti per dare il buon esempio. Adesso che sei pronto, appuntamento al 19 maggio!

Pubblicato il 18.05.2017, da Gloria Metelli | Categoria Cultura & tradizioni
CIA