L’evoluzione della lingua francese da trent’anni a oggi

Ecco come la lingua francese si è arricchita da trent’anni a oggi

Evoluzione

Tu che studi il francese sai che questa lingua, come molte altre nel mondo, è molto cambiata negli ultimi trent’anni. Nuove parole fanno regolarmente il loro ingresso nella lingua. I tuoi docenti ti hanno insegnato che ci sono diversi registri linguistici: il registro standard (o quotidiano), il registro sostenuto (o formale) e il registro familiare. E giustamente, oggi, nel linguaggio moderno, il parlato è utilizzato regolarmente. Ad esempio, credo che tu conosca il "verlan". Questo tipo di linguaggio, che consiste nell’invertire le sillabe delle parole per non essere capiti dagli altri, è frequente ai giorni nostri nelle canzoni (soprattutto nel rap), ma anche nella vita quotidiana. Per i giovani francesi, una "teuf" è una "fête" e una "meuf" è una "femme". Lo sapevi, per esempio, che il nome del celebre cantante Stromae è una parola che viene dal verlan? Infatti "Stro-mae" è l’inversione di… "Mae-stro", ovviamente! Il verlan è quindi una forma di "argot", cioè un linguaggio riservato a un gruppo sociale. Nel linguaggio cittadino, anche la "e" muta ha la tendenza a essere cancellata. Nel romanzo Kiffe kiffe demain di Faïza Guène, Doria, il personaggio principale, utilizza spesso le espressionij’vais”, “j’veux”, “j’crois”. Inoltre, oggi viviamo nell’era delle abbreviazioni. Le sigle "LOL" o "MDR" ("Mort De Rire" in francese) sono da tempo utilizzate dagli adolescenti all’orale o nei messaggi. Come abbiamo già detto, ogni anno nuove parole sono accettate nel dizionario. Per esempio, dal 2016 si può usare la parola "droniste" (una persona che pilota un drone) e la parola "youtubeur", oltre a "selfie". Ci sono anche dei "neologismi" come "e-commerce" o "courriel" che vengono creati per adattarsi alle nuove tecnologie. Infine, le parole inglesi sono sempre più presenti e di uso corrente. Tutti i giorni usiamo "fast-food", "wifi" o "football". A questo proposito, si possono trovare anche delle "parole-valigia" (sì, sì, esistono!). Si tratta di un insieme di parole come "internaute" o "franglais". Come lo dice la parola, il "franglais" è un mix di francese e inglese. I francesi amano utilizzare le espressioni idiomatiche nelle loro conversazioni. Vedi come la lingua francese si arricchisce e continua a evolversi!

Soggiorno linguistico al Centre International d'Antibes

Recevez notre newsletter mensuelle sur les voyages, les langues et la culture

Articolo in evidenza

Imparare il francese

Imparare il francese senza spendere trop...

L’aventure démarre : contactez-nous

Venire al Centre International d'Antibes significa avere la garanzia di una vacanza studio in Francia di qualità, riconosciuta da oltre 35 nazionalità.

Contactez-nous

Restons connectés